L’Esselunga ci scheda (e altre iniziative)

Buongiorno a tutti,

Vi segnalo che Esselunga, ormai da tempo, effettua accurate ricerche sui propri clienti fidati (ovvero coloro che hanno una fidaty) in accordo con le grandi aziende come Procter&Gamble (colosso industriale del largo consumo, che prepara e vende Pringles, Dash, Ariel, AZ dentifrici etc etc).

Sulla base degli acquisti effettuati dagli ingnari “consumatori” vengono stilati dei profili, inviati all’azienda. In questo caso ad esempio l’azienda – o Esselunga – si permette di mandare dei messaggini al “consumatore” che entra per fare la spesa, le migliori offerte sui detersivi P&G – se per esempio si tratta di una persona che acquista spesso detersivi.

In studio molte aziende hanno servizi di “messaggi di informazione” per segnalare ai clienti potenziali che entrano nel loro raggio d’azione le nuove promozioni e le iniziative del brand in questione.

Ma non è finita. In USA, dove i consumi sono una cultura e siamo davvero avanti, abbiamo anche degli esempi di raccolta di dati in modo “smart” come lo chiamano loro.

Sulla homepage di Hardee’s (www.hardees.com) che è una nota catena di fast food, c’è un bellissimo giochino, che si chiama Burger Slayer, Assassino di Burger. Lo vedete nell’angolo a destra.

Se entrate, un vocione inquietante, fra fiamme infernali, vi chiederà di inserire una password. Io ho inserito il mio nome, ma lo ha rigettato. Allora ho inserito BURGER e…udite udite…lo ha accettato!!!

Poi vai avanti e devi inserire unaserie di dati personali, per accedere alla slide finale e vincere il gioco. E così l’azienda intanto vince il tuo profilo. E magari poi ti manda le offerte a casa o sulla mail.

Bei giochi….ma soprattutto interessanti iniziative di comunicazione e uso della tecnologia. Si può usare lo stesso metodo per dire alle persone che per esempio poco lontano da dove si trovano dei ragazzi stanno esponendo dei lavori sulla degenerazione dei consumi?

A presto

xxx

0 Responses to “L’Esselunga ci scheda (e altre iniziative)”



  1. Leave a Comment

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s




Would you take the red pill and fall through the rabbit hole?

aliceinbrandland@gmail.com
Follow lilit_a_bnsg on Twitter

tweet tweet

Error: Twitter did not respond. Please wait a few minutes and refresh this page.

RSS Luca De Biase

  • For a better curated media environment
    A republic is its rational institutions. A democracy is its informed citizens. Institutions are platforms enabling citizens to decide by following a non-violent process of deliberation and voting. Citizens who know and accept their institutions in their rationality have something fundamental in common: they then can divide on opinions, but they live in the s […]
    Luca De Biase
  • L’anticorruzione nella spesa informatica pubblica
    Un comunicato stampa di oggi fa pensare che finalmente si prendono in considerazione alcune possibili distorsioni della spesa pubblica in informatica, circa 5 miliardi all’anno (con logiche in movimento in seguito alla finanziaria dell’anno scorso). Digitalizzazione nella P.A. , Coppola incontra Cantone Il presidente della Commissione di inchiesta a colloqui […]
    Luca De Biase

RSS Paulo Coelho

  • The magic of the yes
    by Mia Zamora BEING an only child with overprotective parents, I grew up using “No” as my default answer to everything. Let’s go outside and play in the rain? No. Let’s ride a boat to the deep part of the sea and jump in? No. Let’s play hooky at school and go to the mall […]
    Paulo Coelho
  • 10 Success lessons from Paulo Coelho – “The Alchemist” for entrepreneurs
    by Biplap Gosh 1. Rejection doesn’t matter Paulo believed in himself. He believed that he was a good poet and that his poems were not suitable for small magazines. So he sent his poems to the ‘Escritores e Livros,’ a reputable literary column in a newspaper called Correio da Manha. But the newspaper humiliated him. […]
    Paulo Coelho

RSS Rebecca Walker Blog

Bookmark and Share

some color

More Photos
Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.
segnala il tuo blog su blogmap.it

year after year

April 2008
M T W T F S S
« Mar   May »
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
282930  

%d bloggers like this: