Archive for the 'innovation' Category

squillo trendy – suona per entrare nella nuova era

Quando anche uno squillo (ho parlato al maschile, si, non ho detto “una” squillo) diventa di moda, è un chiaro segnale che stiamo entrando in una nuova era. Non sono bastati i pendaglini per rendere sexi i nostri piccoli aggeggi contro l’ansia da solitudine (vedi i gioiellini che si appendono alla coda del cellulare e lo fanno diventare gioioso e brillante come un cagnolino da tasca). Avete notato che a ondate i cellulari suonano tutti con lo stesso squillo? Adesso va di moda il ring tone “nostalgia”, quello che mima i vecchi telefoni a cornetta. Si, ce lo hanno proprio tutti. E per chi ha l’iphone, naturalmente, è un must lo squillo “campanello della bicicletta” per i messaggi in arrivo. E’ per questo che mettono tante suonerie nei cellulari: non per facilitare il proprietario nell’immediatezza di sapere che è il suo telefono che sta suonando. No. Il marketing fa molto di più. Fa sì che ci divertiamo a rincorrere la moda e quando squilla un telefono, tutte le persone situate nel raggio di venti metri cominciano ad agitarsi guardando se è la propria tasca che sta suonando. O forse sono le persone, che fanno di più, rincorse dal marketing. Nell’era della personalizzazione, un’isteria collettiva da conformismo? Il mondo sta cambiando nel profondo.

Dove tutto è possibile – senza narcotici da salotto

Spunti-pensieri-dopo-dibattito di Officina Italia, la Tavola rotonda con separé.

SCIMMIETTA: “Puoi continuare ad avere desideri fintanto che ti ricordi del tuo mondo. Quelli che vedi qui invece hanno fatto fuori tutti i loro ricordi. E chi non ha più passato non ha neppure un avvenire, non ti pare?” ALICE: “Bof. No, non mi pare scusa. Io vivo benissimo nel presente, esiste solo quello infondo, no? perché mi devo preoccupare di temi tanto scomodi… il passato… il futuro…Ma va là. Lasciamoli stare gli avi, che non si rivoltino nella tomba!” SCIMMIETTA:”E coloro che verranno dopo?” ALICE: “Bof. Loro si arrangeranno un po’. O no?” La scimmietta è una creazione di Micheal Ende, ne La Storia infinita: abita nella Città degli Imperatori, dove si trovano gli uomini che si sono perduti nel regno di Fantàsia e colti dalla mania di onnipotenza hanno desiderato troppo (sapete, a Fantasia ogni desiderio dell’uomo diviene realtà) e si sono spenti dimenticando chi erano senza poter più tornare nella realtà. Se tutto ci è dato, se gli stimoli della realtà superano (e sembrano schiacciare) la fantasia, essa si affievolisce, impedendoci di accedervi per mutare la nostra vita e quella del domani.

A seguito della tavola rotonda sul futuro della letteratura imprigionata nel presente (di cui al post relativo), mi sono sorti dei ricordi, forse sono delle immaginazioni. Wu Ming 1 ha raccontato una interessante storia di un autore americano, Gibson, di cui colpisce l’idea di fantasma semiotico. Continue reading ‘Dove tutto è possibile – senza narcotici da salotto’

Identità da far fiorire e rifiorire

Pesano quintali. Quasi tutti se ne ricordano la sagoma.  Appaiono in fila, su una distesa verde.  Possiedono una storia. Irradiano un’energia vitale che non si è esaurita nei lungi secoli. Possono insegnare. Collegarsi a un canale che porti la loro energia in giro per il mondo, ne effettui un ricambio, la rinvigorisca e la rinfreschi. Per farla tornare lì, proprio da dov’era partita. Siamo a Rapanui, uno scienziato un giorno sbarcò sull’isola. Si chiamava Francesco di Castri e – anni dopo –  parlò di empowerment.

Riconnettere al mondo un’identità per far rifiorire il suo patrimonio energetico, che si ravviva con lo scambio fra culture e tempi., abitudini e popoli.

Rapanui fu scoperta solo intorno al 1700, ma la sua storia è profonda e appassionante. Si snoda fra secoli di violenze, intrecci sanguinosi, misteri e fatti curiosi o commoventi.


Would you take the red pill and fall through the rabbit hole?

aliceinbrandland@gmail.com
Follow lilit_a_bnsg on Twitter

tweet tweet

Error: Twitter did not respond. Please wait a few minutes and refresh this page.

RSS Luca De Biase

  • Pubblico o privato… comunità
    Questo post è per condividere interrogativi, in un momento in cui aumenta la spesa pubblica, ci piaccia o no. E dunque: meglio pubblico o privato? Il dibattito pubblico italiano può diventare particolarmente violento e maleducato soprattutto quando si tratta di criticare il settore pubblico: dai politici alla burocrazia. Ma questo comportamento non si ferma […]
    Luca De Biase
  • McKinsey: quanto ci metteranno i vari settori a ritornare alla loro dimensione economica pre-covid?
    Secondo McKinsey, alcuni settori impiegheranno molti anni per ritornare al livello di contributo al Pil che avevano prima dell’epidemia. I settori più colpiti, da questo punto di vista, ci metteranno anche cinque anni a recuperare il livello perduto. Eccoli: – arte, divertimento – ospitalità, ristorazione – servizi per l’educazione Vedi: COVID-19 recovery in […]
    Luca De Biase

RSS Paulo Coelho

  • Vacations!
    Although I enjoy my work a lot (once I tweeted: “if you do what you love, every day is a holiday”) I need to stop being in front of the computer – and this is the main reason for taking vacations. I will be back by the September. Meanwhile, you can download to your phone […]
    Paulo Coelho
  • Citations de Paulo Coelho
    – Un peu de folie est nécessaire pour faire un pas de plus. – Le courage est la peur qui fait ses prières. – On ne s’aperçoit pas toujours que l’on parcourt chaque jour un nouveau chemin. – Toutes les batailles de la vie nous enseignent quelque chose, même celles que nous perdons. – La […]
    paulocoelho

RSS Unknown Feed

  • An error has occurred; the feed is probably down. Try again later.
Bookmark and Share

some color

Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.
segnala il tuo blog su blogmap.it

year after year

August 2020
M T W T F S S
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31