Felice rientro

Ferrovie dello Stato Italiano, 2009. Una storia vera. E rediviva.

TRENOEbbene si, tutti sanno che il nostro paese è in crisi economica, che i soldi sono pochi. Per questo le nostre Ferrovie risparmiano. E i cittadini, comprensivi, elargiscono la giusta somma per sostenere il mercato in crisi. Si mettono in viaggio dando fondo ai loro risparmi, affrontando le pene dell’inferno sferragliante ottocentesco e vanno su e giù per il Paese che essendo lungo e stretto non si può far diversamente. Soprattutto amano sostenere il portafogli delle Ferrovie dello Stato. I cittadini italiani sono così pazienti che dopo aver pagato un biglietto discretamente salato, si schiacciano tutti bene dentro un treno le cui prenotazioni sono già esaurite da una settimana. Nessuno, però, ha pensato bene di aggiungere un secondo treno, o per esempio allungare quello a dismisura in modo che mentre i passeggeri di testa cominciavano a vedere Milano quelli di coda erano ancora a Livorno. Sembra che in Italia lavorino tutti a Milano. E vadano tutti a fare i week end altrove, per la maggioranza prediligono il sud. Così, facendo tutti lo stesso tragitto, e prendendo tutti il treno allo stesso orario, un unico treno per tutta la penisola, poi chiaramente si ritrovano soffocati e bolliti in una stiva per polli. E naturalmente noi italiani guardiamo con leggero disprezzo paesi come l’India e pensiamo che sono sottosviluppati perché da loro si trovano i polli sui treni. Certo. Questa è solo una delle milionarie situazioni citate da blogger e cittadini comprensivi e contenti di sostenere le ferrovie in crisi (immagine da Grilli Versiliesi)

Advertisements

0 Responses to “Felice rientro”



  1. Leave a Comment

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s




Would you take the red pill and fall through the rabbit hole?

aliceinbrandland@gmail.com
Follow lilit_a_bnsg on Twitter

tweet tweet

Error: Twitter did not respond. Please wait a few minutes and refresh this page.

RSS Luca De Biase

  • Il territorio per il lavoro del futuro
    Una dimensione che si rivela fondamentale per affrontare il tema del lavoro del futuro è quella territoriale. Il territorio è il luogo delle relazioni più intense tra la tradizione e l’innovazione, tra le imprese e le università, tra le istituzioni e la società. Se funzionano queste relazioni consentono di mettere insieme quel poco che si […] The post Il ter […]
    Luca De Biase
  • Intelligenze più o meno artificiali
    Una delle scoperte che molti osservatori neofiti – come la maggior parte di noi – dell’intelligenza artificiale hanno fatto in questi ultimi tempi è che una gran parte delle cose che i computer sanno e sui quali esercitano la loro capacità di “apprendere” viene dagli umani. Da una parte si tratta di tutto il sapere […] The post Intelligenze più o meno artifi […]
    Luca De Biase

RSS Paulo Coelho

  • Elk-Shaped Structure Discovered in Russia
    A huge geoglyph in the shape of an elk or deer discovered in Russia may predate Peru’s famous Nazca Lines by thousands of years. The animal-shaped stone structure, located near Lake Zjuratkul in the Ural Mountains, north of Kazakhstan, has an elongated muzzle, four legs and two antlers. A historical Google Earth satellite image from […]
    Paulo Coelho
  • 20 sec reading: the giant tree
    By Paulo Coelho A carpenter and his apprentices were travelling through the province of Qi in search of building materials. They saw a giant tree; five men all holding hands could not encompass its girth, and its crown reached almost to the clouds. ‘Let’s not waste our time with this tree,’ said the master carpenter. […]
    Paulo Coelho

RSS Rebecca Walker Blog

Bookmark and Share

some color

Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.
segnala il tuo blog su blogmap.it

year after year

June 2009
M T W T F S S
« May   Jul »
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
2930  

%d bloggers like this: