Donne di una volta

Mia nonna è nata nel 1921. Ha vissuto la seconda guerra mondiale e vissuto la maggior parte della giovinezza in campagna, dove faceva la contadina. La sua famiglia era una famiglia di contadini. Mia nonna poi si sposò e venne in città, a Piacenza. Avevapassato l’adolescenza fra zanzare risaie e balli di paese, quando ce la lasciavano andare. Era una donna bella. E le piaceva ballare, cantare, cucinare. Voleva imparare a guidare la vespa, e mio nonno glielo impedì. Voleva imparare a guidare la macchina, e mio nonno non glielo permise. Le piaceva andare a ballare la domenica e il nonno non sempre aveva voglia di accompagnarla perché era stanco dal tanto lavoro della settimana. La nonna si organizzò così: andava a pulire le scale dei palazzi la mattina presto, e il pomeriggio a casa cuciva pigiami come oggi fanno i cinesi, veniva pagata al nero per un tot di pigiami confezionati. I soldi che guadagnava li usava per comprarsi i vestiti belli come piacevano a lei e le scarpe, piccole gioie di bigiotteria o altre piacevolezze. Cantava, e a me quando fui sua nipote disse sempre di essere fiera, e di essere forte. Mi diceva che non importava avere un marito se non lo amavi o non eri contenta. Piuttosto, divorziare, diceva. Mi diceva di contare su me stessa e di non avere mai paura. Di non fare mai figli se non ero sicura e non potevo mantenerli.
Ora nei giorni nostri dove tutto possiamo vengono confuse la femminilità, la fierezza e la fermezza con l’aggressività, l’acidità, il controllo. Vedo gli uomini impallidire, e reagire altrettanto aggressivamente. Vedo venire a mancare le vecchie galanterie (e non crearsene di nuove) vedo abbandonare le minime abitudini di rispetto maschio/femmina nel quotidiano e per le strade.
Oggi una donna passeggia con lo sguardo a fessura e il petto fuori, ti guarda dall’alto in basso anche se sei più alto di lei di una spanna e mezza, esordisce sempre con un “Allora?”.

Advertisements

0 Responses to “Donne di una volta”



  1. Leave a Comment

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s




Would you take the red pill and fall through the rabbit hole?

aliceinbrandland@gmail.com
Follow lilit_a_bnsg on Twitter

tweet tweet

Error: Twitter did not respond. Please wait a few minutes and refresh this page.

RSS Luca De Biase

  • Unctad sente aria di sfiducia
    La conferenza dell’Onu sul commercio e lo sviluppo (Unctad) segnala come una recente survey di CIGI e Ipsos registri una maggiore consapevolezza e preoccupazione per la privacy online e che un 49% di coloro che non usano l’ecommerce lo fanno per mancanza di fiducia (Unctad by mail). The post Unctad sente aria di sfiducia appeared first on Luca De Biase.
    Luca De Biase
  • Facebook e gli editori si allontanano
    Kurt Gessler della Chicago Tribune ha fatto rumore con un post che racconta come stia diminuendo il traffico generato da Facebook per il giornale (Medium). A quanto pare è un fenomeno che riguarda molti editori (Digiday). Facebook di sicuro sta facendo molti movimenti nel mondo delle news. Ma la sua priorità è pensare alla lotta […] The post Facebook e gli e […]
    Luca De Biase

RSS Paulo Coelho

  • Being merciless
    I am wearing a strange green outfit, full of zips and made from a very tough fabric. I have gloves on too in order to avoid cuts and scratches. I’m carrying a kind of spear, almost as tall as I am: the metal end has three prongs on one side and a sharp point on […]
    Paulo Coelho
  • 39 SEC READ: The natural order
    A very wealthy man asked a Zen master for a text which would always remind him how happy he was with his family. The Zen master took some parchment and, in beautiful calligraphy, wrote: “The father dies. The son dies. The grandson dies.” “What?” said the furious rich man. “I asked you for something to […]
    Paulo Coelho

RSS Rebecca Walker Blog

Bookmark and Share

some color

More Photos
Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.
segnala il tuo blog su blogmap.it

year after year

May 2009
M T W T F S S
« Jul   Jun »
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

%d bloggers like this: